Primo Piano

VERSO PICERNO-AVELLINO - Rossoblu a caccia del tris, ma c'è l'insidia Avellino di fronte

Roberto Chito
14.09.2019 19:05

Una fase di Picerno-Viterbese, FOTO: ROCCO CAPECE

Caccia al tris. Per il Picerno questo inizio di campionato è davvero da applausi. Il secondo posto in classifica con i sette punti conquistati mette l’accento sulle prestazioni della squadra di Giacomarro. Adesso, però, servirà continuare per cercare di raggiungere l’obiettivo salvezza il prima possibile. Un po’ il discorso che il tecnico rossoblu ha fatto alla vigilia.

Da questo punto di vista, in casa Picerno no dovrebbero esserci particolari novità. L’undici base di Giacomarro è ormai quasi deciso. Per questo, contro l’Avellino, al novanta per cento vedremo lo stesso Picerno che solamente sette giorni fa ha avuto la meglio sulla Viterbese. Sarà ancora 3-5-2 con Saparacelle-Santaniello coppia d’attacco. Difficile vedere dal primo minuto Esposito che ha giocato in Coppa Italia 80 minuti. Per lui, dovrebbe esserci spazio a partita in corso. In vista della sfida di domani, Giacomarro deve rinunciare solamente a Vanacore e Donnarumma infortunati.

In casa Avellino, l’emergenza è davvero tanta. Ignoffo, infatti, ha dovuto lasciare in Irpinia giocatori come Palmisano, Karic e Laezza. Da valutare anche le condizioni del difensore Morero che non sembra essere al meglio. In caso di forfait, al suo posto dovrebbe esserci sicuramente Njie. Ignoffo potrebbe confermare il 5-4-1, anche se non è escluso che Albadoro possa essere affiancato, passando ad un 5-3-2. Un dubbio che sarà sciolto solo all’ultimo.

       

PROBABILI FORMAZIONI

PICERNO (3-5-2): Pane, Fontana, Bertolo, Caidi, Kosovan, Calamai, Pitarresi, Vrdoljak, Guerra Saparacello, Santaniello. Allenatore: Giacomarro.

AVELLINO (5-4-1): Abibi, Celjak, Morero, Illanes, Zullo, Parisi, Micovski, De Marco, Di Paolantonio, Rossetti, Albadoro. Allenatore: Ignoffo.



SERIE C - Girone C, oggi l'anticipo: al Pinto fra conferme e riscatto. Le ultime sul match
UFFICIALE - Francavilla, supercolpo in attacco: arriva una punta con grande esperienza