Interviste

ESCLUSIVA - Francavilla, D'Orsi: "Guardiamo avanti, non indietro. Obiettivi? Ora è presto"

Roberto Chito
12.09.2019 19:55

Il difensore Raffaele D'Orsi, FOTO: FONTE WEB

"Secondo me non abbiamo approcciato nella maniera migliore questo campionato. È anche vero che tutte le squadre, soprattutto in questa fase iniziale del torneo giocano in maniera molto abbottonata. In questo modo, per le squadre che prediligono il bel gioco diventa tutto può difficile ed è un aspetto che alla lunga ti condiziona". A parlare è Raffaele D’Orsi, una delle pedine più esperte del Francavilla in cui guida la difesa. A TuttoCalcioLucano.com, il difensore fa un po’ della situazione in casa sinnica di questo inizio di campionato.

INIZIO DIFFICILE: "Con il Bitonto abbiamo accusate alcune difficoltà, soprattutto dal punto di vista fisico. Sapevao che non sarebbe stata facile, anche perché loro puntano a grandi obiettivi. A Sorrento, invece, siamo andati un po’ con il freno a mano tirato per non commettere gli errori della partita prima. C’è anche da dire che siamo una squadra giovane e rivoluzionata, serve tempo. Però, le basi ci sono. Anche l’assenza di un giocatore come Monaco a centrocampo, secondo me ci sta penalizzando".

ORA LA GELBISON: "Si tratta di una squadra che ha conquistato quattro punti e non ha subito nemmeno una rete. Basta questo per capire che si tratta di una partita difficile e complicata. La Gelbison è una squadra che non gioca bene ma che ti mette in difficoltà, badando soprattutto al concreto ed è molto ben messa in campo".

VIATICO FUTURO: "Dobbiamo liberarci dalle ultime due partite e guardare al futuro. Dobbiamo imparare dagli errori commessi cercando di non cominciare come è accaduto contro il Bitonto e di non concludere come accaduto contro il Sorrento".

GLI OBIETTIVI: "Sappiamo che quello principale è la salvezza, però è troppo presto dire dove può arrivare questa squadra. È un gruppo molto giovane, rivoluzionato e con giocatori che devono ancora inserirsi nei meccanismi. Dobbiamo pensare partita dopo partita, con l’obiettivo di fare sempre più punti".

FATTORE LAZIC: "Un tecnico che sa lavorare davvero molto bene con i giovani. Prepara molto bene le partite. Magari la differenza è che quest’anno è una squadra molto più giovane al passato. Infatti, il suo Francavilla era molto esperto, costruito con giocatori che avevano esperienza in questo Girone. Non è un lavoro facile cercare di inculcarci il suo calcio ma c’è dedizione da parte nostra".

IL GRUPPO: "C’è molta voglia di crescere e di migliorare. Ripeto: è un gruppo nuovo e stiamo dando il massimo per trovare il prima possibile l’amalgama giusta. Anche perché, solamente con il gruppo si potrà raggiungere la salvezza che sappiamo essere il primo obiettivo di questa società e che solamente uniti possiamo conquistare".

IL CAMPIONATO: "Lo possiamo paragonare alla Serie C. Tranne qualche piazza che ha meno esperienza, ce ne sono almeno otto-nove che hanno davvero una storia incredibile alle spalle. Davvero un bel torneo".



SERIE C - Girone C, ecco le designazioni arbitrali per Potenza e Picerno del prossimo weekend
BISCEGLIE-PICERNO 1-1 - Nappello illude i rossoblu, risponde Manicone: nessuna impresa