Primo Piano

POTENZA - Raffaele: "Delle tre, domani è la più difficile. Il Rieti? Hanno una classifica bugiarda"

Redazione TuttoCalcioLucano.com
21.09.2019 19:00

Il tecnico Giuseppe Raffaele, FOTO: CALCIOPOTENZA.EU

"Siamo ben consapevoli che quella di domani sarà una partita difficile. Un match complicato che potrebbe complicarsi ancor di più se non facciamo tutte quelle cose che abbiamo fatto finora e non giochiamo con lo stesso atteggiamento che abbiamo avuto in questo inizio di campionato". Sono le parole di Giuseppe Raffaele, tecnico del Potenza che presenta la partita di domani pomeriggio contro il Rieti che potrebbe essere importante per la classifica.

IL RIETI: "L’abbiamo studiato bene. Analizzando le partite che hanno giocato finora, devo dire che quella contro il Rieti lascia un po’ il tempo che trova perché hanno fatto davvero tantissimi errori. Contro la Casertana hanno anche rischiato di pareggiare. Invece, contro il Bari hanno disputato una partita stratosferica. Anche contro il Picerno non hanno giocato una brutta partita. In questo inizio di stagione hanno pagato alcune ingenuità. Il Rieti è una squadra molto aggressiva che la classifica non rispecchia la prestazioni. Dobbiamo limitarli bene e sapere come colpirli".

IL TRITTICO: "Delle tre partite che affronteremo in questa settimana, sono convinto che quella di domani sarà quella più difficile. Siamo solamente ad ottobre e queste tre partite che affronteremo sono molto importanti. Al di là di tutto, maggio è ancora lontano e può ancora succedere tanto. Sicuramente, i risultati positivi incendiano la piazza. Abbiamo bisogno del loro entusiasmo".

VULETICH: "Ha delle caratteristiche che ci permette di aumentare la scelta delle soluzioni in attacco. Purtroppo queste tre partite non ci permetteranno di lavorare in un determinato modo, dopodichè cercheremo di capire come utilizzarlo al meglio".

L’ATTACCO: "Abbiamo giocatori che possono essere utilizzati e sfruttati in diverse situazioni. Aspettiamo che si rimetta anche França in modo da avere una batteria di attaccanti centrali davvero importanti. Anche sugli esterni non stiamo messi affatto male".

MURANO: "In questo momento sta davvero bene e può giocare in qualsiasi posizione. Però, è anche importante non snaturare quelli che sono gli equilibri della squadra che si sono creati. È un jolly perché può giocare sia centrale che esterno, sia da solo che con un partner. Ha dei margini di miglioramento importanti. Poi, toccherà a me capire come inserire i giocatori per farli rendere al meglio".

ISGRÓ: "Parte con noi, ma non è al meglio. valuteremo quando inserirlo: se a partita in corso, se dall’inizio ovviamente per una fetta di match. Sicuramente rispetto a domenica abbiamo una risorsa in più".

SILVESTRI: "Ha capito l’errore commesso ma adesso non possiamo crocifiggerlo o non farlo giocare più. sono un allenatore che odia il fatto che la propria squadra resta in dieci perché condiziona la partita del momento e anche quella futura. Però, l’episodio è stato chiarito. Sicuramente con le tre partite in tre giorni da giocare servirà anche lui".

LA SQUADRA: "Nel campionato di quest’anno che è difficile ed intenso, servono tutti e 25 i giocatori a disposizione e al meglio delle loro condizioni. Sicuramente, nell’arco di una stagione c’è chi gioca di più e chi gioca di meno. Tutti, però, devono farsi trovare pronti quando saranno chiamati in causa per dare il proprio contributo".



VERSO PICERNO-CASERTANA - Certezze per Giacomarro: i rossoblu pronti alla sfida di domani
VERSO RIETI-POTENZA - A caccia del tris: per i rossoblu è l'occasione giusta. Raffaele ha le idee chiare