Interviste

ESCLUSIVA - Grumentum, Carrieri: "Pronti al Taranto. Bilancio? Qualche rimpianto c'è"

Roberto Chito
19.09.2019 20:00

Il difensore Gaetano Carrieri, FOTO: MICHELE SALVATORE

"Contro il Taranto sarà una partita difficile, dove dovremo metterci corsa, aggresività, voglia, non mollare nei duelli uno contro uno per portare punti a casa. Sarà una sfida tosta contro una delle tante favorite di questo torneo. Noi, però, abbiamo diverse carte da giocarci e ce le giocheremo molto bene". Sono le parole di Gaetano Carrieri, che a TuttoCalcioLucano.com, parla alla vigilia della sfida del suo Grumentum contro il Taranto, seconda big che i cavalieri affrontano in questo inizio di campionato.

IL TARANTO: "Si tratta di una squadra forte, fortissima. Una formazione costruita per vincere, dove il presidente Giove non ha lesinato nessuna forza per poter mettere su un autentica corazzata. In più, è allenata da un grande allenatore: Ragno, in Serie D ha vinto diversi campionati".

LA PARTITA: "Noi ci arriviamo bene e molto carichi. La prestazione di Cerignola ci ha dato le giuste convinzioni e la consapevolezza che anche contro questa grandi carazzate possiamo dire la nostra. Scenderemo in campo per dire la nostra con l’obiettivo di far punti. D’altronde siamo un ottimo gruppo, unito e pronto ad affrontare tutte le battaglie che ci metterà di fronte questo campionato".

TOUR DE FORCE: "Sappiamo che alla fine le dobbiamo affrontare tutte, ma trovarci di fronte subito Cerignola, Taranto, Brindisi, Casarano, e io aggiungerei anche il Gravina, non è facile. Però, purtroppo gli impegni sono questi e non possiamo far altro che affrontarli con l’obiettivo di fare il massimo".

RAMMARICO DI CERIGNOLA: "Il due a due ci poteva stare alla fine. credo che non avremmo rubato niente. Peccato, perché un risultato positivo a casa lo si poteva portare. Loro sono partiti davvero bene e il raddoppio ad inizio ripresa ci ha un po’ tagliato le gambe. Siamo stati bravi a non disunirci e a rimetterla in careggiata trovando il due a uno. Peccato non aver raggiunto il pareggio".

PRIMO BILANCIO: "Alla fine possiamo dire che è positivo. Purtroppo alla prima contro la Nocerina non siamo stati bravi a sfruttare al meglio il vantaggio del primo tempo. Credo che con maggiore cinismo potevamo chiuderla subito. La vittoria contro il Gravina, che comunque resta una squadra di esperienza con in organico importanti giocatori, ci ha fatto riscattare. Poi, quella contro il Cerignola, come ho detto ce la siamo giocata molto bene".

LE CONSAPEVOLEZZE: "Il Girone H è molto difficile e lo stiamo notando, soprattutto quest’anno dove ci sono almeno dieci piazze prestigiose che hanno un passato illustre. Dal canto nostro però, stiamo facendo il massimo per poter dare filo da torcere a tutti".



ESCLUSIVA - Picerno, Calamai: "Con la Casertana per il riscatto. Giacomarro? E' molto diverso"
SERIE D - Girone H, la quarta giornata: ecco le designazioni arbitrali per Francavilla e Grumentum del prossimo weekend