Editoriale

EDITORIALE - Domenica a doppia faccia per le lucane fra chi vola e chi si ferma

Redazione TuttoCalcioLucano.com
17.09.2019 10:00

L'esultanza del Potenza, FOTO: MICHELE SALVATORE

Un weekend a doppia faccia per le squadre lucane. In Serie C si registra il gran momento del Potenza, mentre in Serie D Grumentum e Francavilla stanno facendo i conti con un campionato davvero difficile. Ma non tutto è da buttare, anche in caso di sconfitta. Un po’ lo stesso discorso che dobbiamo fare per il Picerno. Ma andiamo con ordine.

Perché la copertina della settimana va al Potenza. Non possiamo fare altrimenti. Tre vittorie e una sconfitta in quattro giornate di campionato. La squadra di Raffaele, a Bisceglie ha dimostrato tutta la maturità del caso. Attenzione: le insidie c’erano eccome, visto che su quel campo il Catanzaro aveva rischiato il ko. I frutti del lavoro della scorsa stagione però, si stanno vedendo. I rossoblu hanno tutto per disputare un campionato da protagonisti. Un mercato senza follie con un’ottima base della scorsa stagione. ingedienti giusti per far bene.

Dall’altra parte c’è un Picerno che rimedia la prima sconfitta in questo campionato. La squadra di Giacomarro ha fatto i conti con una Serie C cinica, che al primo errore ti condanna. Nonostante ciò, i rossoblu hanno provato a rispondere colpo su colpo, senza riuscire ad ottenere il pareggio. sarà compito dell’esperto tecnico lucano cercare di mettere mano ad una squadra che comunque ha cominciato benissimo questo campionato e che non deve perdere di vista il primo obiettivo: la salvezza. Non resta che voltare pagina e pensare subito al futuro.

In Serie D, per Grumentum e Francavilla è stata una domenica amara. Attenzione, perché le due sconfitte sono diverse. Partiamo con i problemi dei sinnici, che hanno ottenuto un solo punto in tre partite. Un momento davvero negativo al quale il tecnico Lazic deve cercare di mettere mano il prima possibile. Il campionato scorre e se questi probblemi non vengono risolti c’è il rischio di vivere un campionato di sofferenza, quando invece è stata allestita una squadra per puntare almeno a metà classifica.

Diversa, invece, la sconfitta del Grumentum. Perché a Cerignola c’era tutto per poter vivere una domenica da incubo e rimediare una pesante sconfitta. E invece no. La squadra di Finamore ha ben interpretato la partita, giocandosi le sue carte e mettendo in difficoltà un Cerignola stellare, che grazie alle proprie individualità ha avuto la meglio. il ciclo terribile si apre con un ko ma la strada è quella giusta.



SERIE C - Girone C, il posticipo: La Reggina scappa ma il Bari la riprende, pari al San Nicola
POTENZA - Caiata: "Non possiamo competere con le big. Il momento? Piedi per terra"