Primo Piano

PICERNO - Giacomarro: "Casertana tosta e pericolosa. Il morale? Tanto rammarico ma si va oltre"

Redazione TuttoCalcioLucano.com
21.09.2019 16:27

Il tecnico Domenico Giacomarro, FOTO: ROCCO CAPECE KIKINO

"La Casertana ha giocatori molto importanti. Alcuni di questi, solamente due anni fa giocavano in Serie B con l’Avellino, facendo peraltro la storia del club irpino. Si tratta di giocatori bravi che hanno la giusta furbizia per disputare questo tipo di partite". A parlare è Domenico Giacomarro, allenatore del Picerno che analizza la sfida che i suoi ragazzi affronteranno domani pomeriggio contro la Casertana per riscattare il ko di sette giorni fa.

LA SETTIMANA: "È stata uguale a tutte le altre. Sicuramente c’era tanta rabbia per la sconfitta contro l’Avellino. Una partita che rivedendola porta ancora più rammarico perché non meritavamo assolutamene di uscire dal campo sconfitti. Purtroppo abbiamo commesso qualche errore di troppo, per nel bene e nel male la partita l’abbiamo sempre fatta noi. Abbiamo analizzato attentamente gli errori, anche se sbavature come quelle di domenica sono difficili da correggere. Per questo dobbiamo lavorare ancor di più per poter far bene contro la Casertana".

LA PARTITA: "Dobbiamo stare molto attenti e avere quella determinazione giusta per entrare subito in partita. Anche perché contro l’Avellino non l’abbiamo fatto da subito".

GOL DEGLI ATTACCANTI: "In queste quattro partite abbiamo segnato sempre. Il problema degli attaccanti è loro perché quando non vanno in gol soffrono. Non dovrebbe mai succedere ma sappiamo bene come i gol possano dar loro la giusta fiducia. Per il nostro gioco poi, è molto importante la finalizzazione".

IL TRITTICO: "Abbiamo tre partite in sei giorni visto che contro il Bari giochiamo sabato. Dobbiamo analizzare attentamente anche questo aspetto perché questo trittico ci porterà via delle energie perché non è facile gestire impegni così ravvicinanti".

ALTERNATIVE TATTICHE: "Esposito può giocare come esterno alto di centrocampo nel 4-4-2. Anche Nappello è un giocatore duttile. Il problema non è farli coesistere insieme ma sapere come devi comportati in campo, perché è molto importante mantenere certi equilibri per evitare di essere troppo spregiudicati. Certe situazioni, un po’ come accaduto contro l’Avellino possono essere proposte quando devi recuperare un risultato, e a venti minuti dalla fine. Non è facile cominciare una partita e seminare già delle energie importanti. Sono alternative al 3-5-2 che proviamo anche in allenamento per avere più soluzioni possibili e cercare di vincere le partite".

PANE: "Certo che giocherà lui domani. Lo abbiamo preso perché è un giocatore esperto. Ha tante presenze in questa categoria, è un giocatore importante per questa squadra. Forse per la troppa qualità che ha con i piedi si specchia un po’ troppo in questo. Purtroppo il portiere non può farlo, perché un suo errore può essere fatale e decisivo per l’esito della partita".



SERIE C - Girone C, oggi l’anticipo: Rende, oggi è decisiva. Teramo per la continuità
VERSO PICERNO-CASERTANA - Certezze per Giacomarro: i rossoblu pronti alla sfida di domani